"Dai un pesce ad un uomo
e lo avrai aiutato per un giorno,
insegnagli a pescare
e lo avrai aiutato per tutta la vita"
Lao Tzu

Struttura, obiettivi e contenuti

 

 

 

Il Master in Counselling, riconosciuto dall'AICo, Associazione Italiana di Counselling, comprende 1400 ore di formazione e permette di ottenere il Diploma di "Gestalt Counsellor".

 

Il Master in Counselling è articolato in tre anni di formazione strutturata (aula e laboratori) della durata di 800 ore, e in un tirocinio pratico, supervisionato, per la gran parte autogestito dall'allievo, della durata di ulteriori 600 ore.

 

STRUTTURA DEL MASTER IN COUNSELLING

 

La formazione sarà così strutturata:

Triennio teorico-pratico strutturato (800 ore):

450 ore di formazione d'aula e on-line: i moduli di formazione in aula saranno intercalati da moduli di formazione on-line, supportati da materiale audio e video a disposizione degli allievi per ogni anno di corso (totali 150 ore all'anno);

300 ore autogestite dall'allievo di studio e ricerca (100 ore all'anno);

50 ore di laboratorio di pratica, in parte in aula e in parte autogestite dall'allievo e supportate da un Tutor.

Novità dell'edizione 2015: si può ottenere l'Attestato di "Operatore alla Relazione d'Aiuto" alla fine del triennio di frequenza!!!

 

Tirocinio (600 ore): finalizzato ad approfondire e padroneggiare le abilità aquisite dall'allievo nel corso del triennio, e ad integrare la sua formazione personale. Durante il tirocinio l'allievo svilupperà:

-  Attività di counselling individuale e di gruppo

-  Approfondimenti su teoria e strumenti

-  Progettazione, monitoraggio e verifica di interventi specifici, individuali e/o di gruppo

-  Progettazione, organizzazione e promozione di attività di counselling

-  Formazione personale

-  Verifica e sostegno didattico

-  Supervisione

 

Il tirocinio, di complessive 600 ore, potrà essere svolto secondo i tempi e le possibilità preferite dall'allievo.

Novità dell'edizione 2015: il tirocinio inizia già nel secondo anno formativo, attraverso i Laboratori di counselling in aula e la compilazione di Libretti di Counselling da parte dell'allievo !!!


Per ulteriori informazioni sul tirocinio clicca qui oppure vai al menù Master in Counselling, Tirocinio, Modalità di tirocinio.

 

« torna inizio

 

OBIETTIVI DEL MASTER IN COUNSELLING


Il percorso formativo mira a far raggiungere agli allievi i seguenti obiettivi:


  • Sviluppare le capacità di base di riconoscere e gestire le situazioni problematiche, siano queste di natura intrapsichica che socio-ambientale.
  • Saper costruire una relazione fondata su rispetto e fiducia che permetta un reale aiuto.
  • Migliorare le capacità di ascolto e di risposta per offrire momenti di orientamento e di reale supporto ai propri interlocutori, integrando le conoscenze teoriche e le relative competenze nelle specifiche professionalità.
  • Sviluppare auto-consapevolezza e padronanza di sè attraverso un percorso di maturazione e sviluppo personale.
  • Valorizzare la professionalità e prevenire il burn-out nelle professioni di aiuto nonchè facilitare l'integrazione e la collaborazione delle diverse figure professionali.

 

« torna inizio

 

CONTENUTI DELLA FORMAZIONE TRIENNALE



Il PRIMO ANNO è centrato sugli aspetti generali della relazione d'aiuto, sulle abilità relative alla comunicazione interpersonale e sulla consapevolezza dei propri principali schemi di personalità.

  • La visione del mondo e dell'essere umano nella concezione umanistico-esistenziale: il Counselling come approccio all'individuo. La prospettiva fenomenologica della Gestalt-Therapy.
  • Il Counselling: caratteristiche generali e peculiarità. Contratto, setting e organizzazione.
  • Qualità e atteggiamenti di base nel Counselling.
  • La sofferenza e le problematiche umane: problemi; conflitti; crisi; traumi.
  • Principi generali della comunicazione interpersonale.
  • Chiavi di lettura per leggere le situazioni relazionali: impostazione del rapporto, analisi delle situazioni problematiche, dinamiche relazionali e diritti comunicativi.
  • Ascolto attivo e partecipativo: la riformulazione. Accoglienza, empatia e congruenza relazionale.
  • Le emozioni del counsellor: sviluppo e maturazione della respons-ability; il comportamento assertivo e la gestione dei propri disagi.
  • I conflitti: tipologie e relative abilità di gestione. La negoziazione; la tolleranza; l'argomentazione.
  • La gestione del cambiamento. L'autostima del counsellor, l'auto-consapevolezza e la padronanza di sè.
  • Verifica finale.

 

Il SECONDO ANNO è centrato sulla conoscenza delle dinamiche dell'organismo, dello sviluppo dell'individuo e sulle abilità di gestione del mondo interno:

  • Teoria e tecnica del colloquio I. Counselling skills.
  • Teoria e tecniche di visualizzazione creativa.
  • Fenomenologia del ciclo dell'esperienza secondo il modello della Gestalt.
  • Psicodinamica. Teoria del contatto e meccanismi di difesa.
  • Disagio esistenziale, sofferenza psicologica e psicopatologia: le situazioni non concluse.
  • Teoria della personalità, del sè e delle relazioni oggettuali. Teorie della mente.
  • Psicologia del carattere: le strutture di personalità alla luce dell'Enneagramma.
  • Psicologia evolutiva e sviluppo dell'individuo.
  • Il ciclo vitale dell'individuo e della famiglia: la prospettiva evoluzionistica.
  • Le funzioni psichiche e le strutture della mente: schemi comportamentali; reazioni emotive; credenze e convinzioni; identità; carattere; copione.
  • Tecniche di mobilitazione delle risorse al cambiamento.
  • Discussione e analisi di casi. Verifica e sostegno didattico.
  • Verifica finale. Elaborazione e discussione tesi II anno.

Il TERZO ANNO è centrato sulla facilitazione al cambiamento, sull'orientamento alla soluzione e sulla conoscenza delle dinamiche di gruppi e organizzazioni:

  • Teoria e tecnica del colloquio II. Ristrutturazione e orientamento alla soluzione.
  • Fenomenologia, teoria e pratica della gestalt applicata al counselling.
  • Principi e dinamiche del sistema familiare. La genealogia. Le costellazioni sistemiche.
  • Modelli di intervento nel contesto socio-sanitario, nel contesto educativo e in quello aziendale.
  • Interventi specifici: crisi adolescenziali, dipendenze ed abusi, malattie psicosomatiche, malattie terminali, emarginazione sociale. Le dinamiche di gruppo e modelli di intervento con i gruppi.
  • Lo stress personale e professionale. Le crisi e i cambiamenti. L'elaborazione del lutto.
  • Le situazioni traumatiche e gli incidenti critici. L'autoregolazione organismica.
  • Principi di neuropsicologia e psicosomatica.
  • Cultura dello sviluppo, responsabilità sociale ed etica professionale. Auto sostegno e collaborazione con i colleghi.
  • Discussione e analisi di casi. Verifica e sostegno didattico.
  • Verifica finale. Elaborazione e discussione tesi finale.


« torna inizio

Istituto Gestalt Pordenone Sas di Carlovich S. & C - Piazza Risorgimento, 1 33170 PN - Tel. e Fax 0434.241798
Cap. Soc. € 10.000,00 i.v. - C.F., P.IVA 01566000939 e Reg. Imprese PN
Questo sito utilizza cookies per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookies | OK